Fondo Pensione dei Dipendenti delle Società del Gruppo Zurigo

Prestazioni

Prestazioni prima del pensionamento

Cessazione del rapporto di lavoro

In caso di cessazione del rapporto di lavoro prima del pensionamento l’iscritto può decidere di:

  • trasferire la posizione previdenziale ad altro fondo
  • riscattare l’intera posizione. In questo caso cade automaticamente la qualifica di vecchio iscritto al fondo.

La richiesta di riscatto o trasferimento va compilata utilizzando il modulo disponibile nella intranet e va inoltrata all’Ufficio Amministrazione del Personale.

Decesso dell'iscritto

In caso di decesso dell’aderente prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica, l’intera posizione è riscattata dagli eredi ovvero dai diversi beneficiari dallo stesso designati.
La designazione di beneficiario può essere compilata utilizzando l’apposito modulo disponibile nella intranet. Va compilata solo nel caso in cui l’aderente non intenda avere come beneficiari gli eredi.

Anticipazioni

E’ consentito avere un anticipo dopo almeno 8 anni di iscrizione ad un fondo pensione.
I casi per i quali è prevista la possibilità di richiedere l’anticipazione sono i seguenti:

  • acquisto di prima casa per sé o per i figli (il massimo anticipabile è il 75% della posizione)
  • ristrutturazione della prima casa (il massimo anticipabile è il 75% della posizione)
  • ulteriori esigenze (il massimo anticipabile è il 30% della posizione. In questo caso non occorre allegare giustificativi alla richiesta).

E’ altresì consentito l’anticipo del 75% della posizione per spese sanitarie. Per questa tipologia di prestazione non è previsto un tempo minimo di permanenza nel fondo.

L’anticipazione per l’acquisto della  prima casa è concessa anche nel caso in cui l’acquisto risulti effettuato, successivamente alla data del matrimonio, solo dal coniuge dell’iscritto in regime di comunione legale dei beni.

È ammissibile l’erogazione dell’anticipazione in ipotesi di acquisto di una quota della proprietà  immobiliare, fermo restando che l’anticipazione dovrà essere erogata avendo a riferimento il valore della quota acquistata.

L’anticipazione è consentita sia per case acquistate in Italia che all’estero.

L’anticipazione è consentita in caso di acquisto della nuda proprietà se l’acquirente ha già ivi trasferito la sua residenza.

Non è consentita la richiesta di anticipazione per acquisto di pertinenze della prima casa nel caso in cui l’evento si verifichi in data successiva rispetto alla data di acquisto della prima casa di abitazione.

E’ da escludersi il conseguimento dell’anticipazione per acquisti che non comportino oneri a carico dell’aderente, come, ad esempio, acquisti a titolo gratuito.

È esclusa la possibilità di conseguire l’anticipazione da parte di un iscritto che sia coniuge separato, già comproprietario di un immobile assegnato in godimento alla moglie.

Le somme complessivamente percepite a titolo di anticipazione non potranno eccedere il 75 per cento della posizione individuale tempo per tempo maturata, incrementata delle anticipazioni percepite e non reintegrate.

In caso di reiterata richiesta di anticipazioni occorre procedere ad alcune verifiche di compatibilità dell’importo come sopra determinato rispetto ai limiti percentuali complessivamente previsti dal legislatore.

Al fine di evitare che, tramite la reiterata richiesta di anticipazioni, si possano eludere i vincoli percentuali previsti dalla normativa, dovrà anche essere verificato che l’insieme delle anticipazioni richieste per la causale “ulteriori esigenze” non superi, nel totale, il 30 per cento della posizione complessiva dell’iscritto incrementata di tutte le anticipazioni percepite e non reintegrate.

L’importo nuovamente erogabile per la predetta causale non potrà, quindi, risultare superiore al 30 per cento della posizione complessiva dell’iscritto incrementata di tutte le anticipazioni percepite e non reintegrate e decurtata delle somme già corrisposte in precedenza per il medesimo titolo.

Le richieste di anticipazione vanno inoltrate direttamente al Fondo, corredate degli allegati richiesti.

Link | Mappa | Credits
FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO
Via Benigno Crespi, 23 MILANO - Cod. Fisc. 97073460152
Iscritto all'Albo dei Fondi Pensione – I Sezione Speciale n. 1089 il 23/11/99