Fondo Pensione dei Dipendenti delle Società del Gruppo Zurigo

Prestazioni

Prestazioni al momento del pensionamento

Il diritto alla prestazione pensionistica si acquisisce al momento della maturazione dei requisiti di accesso alle prestazioni stabiliti nel regime obbligatorio di appartenenza, con almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.

Le prestazioni pensionistiche possono essere erogate in capitale fino ad un massimo del 50 per cento del montante finale accumulato, e in rendita. Nel computo dell'importo complessivo erogabile in capitale sono detratte le somme erogate a titolo di anticipazione per le quali non si sia provveduto al reintegro. Nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione di almeno il 70 per cento del montante finale sia inferiore al 50 per cento dell'assegno sociale di cui all'articolo 3, commi 6 e 7, della legge 8 agosto 1995, n. 33541, la stessa può essere erogata in capitale.

Agli aderenti con la qualifica di “vecchi iscritti” (ovvero iscritti entro il 28/4/1993 ad un Fondo istituito prima del 15/11/1992) è sempre consentita la liquidazione della prestazione pensionistica interamente in capitale. Resta comunque sua facoltà richiedere una quota in rendita.

Modalità di riscossione della rendita

La rendita potrà essere:

  • vitalizia. In questo caso l’erogazione termina col decesso dell’iscritto;
  • reversibile: al decesso dell’iscritto la rendita viene erogata a favore della persona indicata come beneficiario;
  • certa (per 5 o 10 anni) vale a dire:
    • se al termine dei 5 o 10 anni l’iscritto è in vita, la rendita si trasforma in vitalizia e verrà erogata fino al decesso dell’iscritto;
    • se l’iscritto decede prima dello scadere del periodo di 5 o 10 anni la rendita viene erogata alla persona indicata come beneficiario fino alla fine dei 5 o 10 anni.
Link | Mappa | Credits
FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO
Via Benigno Crespi, 23 MILANO - Cod. Fisc. 97073460152
Iscritto all'Albo dei Fondi Pensione – I Sezione Speciale n. 1089 il 23/11/99